Parola del Coach - 24 Ott. 2021

postpartita 241021

“Riguardo alla partita di ieri, per noi si prospettava un match difficile già solo per l’avversario che avremmo dovuto affrontare. Piadena, infatti, è una squadra costruita per i piani alti della classifica: per interrompere il periodo difficile che stava attraversando era sicuramente stimolata a fare bene, soprattutto in casa.

Per noi le cose si sono ulteriormente complicate perché oltre all’assenza di Calò, in settimana abbiamo dovuto rinunciare per infortunio anche a Ballini.

Passando all’analisi tecnica della gara, abbiamo giocato in due modi totalmente diversi. Nei primi trenta minuti abbiamo messo in pratica quanto di buono già dimostrato nelle prime uscite, poi abbiamo “spento la luce”, facendo immotivatamente prevalere il nervosismo che ci ha portati a giocare un ultimo quarto di basso livello.

In settimana dovremo appunto riflettere su quest’ultimo aspetto perché non ci possiamo assolutamente permettere il lusso di perdere la testa. Siamo una squadra che deve ragionare partita per partita, e probabilmente questo è mancato nel momento clou del match, pagandolo poi a caro prezzo.

L’aver perso concentrazione ci ha inoltre portati a reazioni ingiustificate che hanno avuto come conseguenza due espulsioni.
Aldilà di ciò, per la sconfitta, dobbiamo fare un “mea culpa”: ci poteva stare dal punto di vista degli infortuni, ma non nel modo in cui poi si è effettivamente concluso l’incontro.

Dobbiamo fare un bagno di umiltà, individuando quale sia la strada giusta per noi, ovvero la stessa che settimana scorsa ci ha permesso di prevalere su Gardone nell’ultimo quarto e che invece ieri non siamo riusciti a percorrere.”

– Coach Vincenzo Lovino nel post-partita 🖋